Contraddizioni da mamma della mia giornata tipo

Mammaio e Gnomo Thomas

Avete mai notato come la vita da mamma sia una contraddizione dietro l’altra? Si passa allegramente da un machecxxx ad una sega mentale, per poi passare da un “Ma Dai”  e tornare al machecxxx iniziale. Non mi credete? Bhè, ecco alcuni semplici esempi di una giornata tipo.

Contraddizione day, every day

  • Conto i minuti che mancano alla messa a letto serale, e quando sono a letto iniziano a mancarmi un po’. Machecxx mi prende?
  • Prego che rimangano nel proprio letto almeno fino alle 7 del mattino, ma se per caso alle 5 non mi hanno ancora cercata, mi chiedo che succede: staranno covando qualcosa? Stanno bene? Li avranno rapiti gli alieni? Devo alzarmi per vedere se respirano? Sega mentale.
  • Mio figlio non mangia il brodo di pollo, ma non gli dispiace succiarsi i candelotti di muco che gli escono dal naso.
  • Durante la giornata continuo a lamentarmi di non avere un attimo di silenzio. Poi succedono 5 minuti di silenzio e appena me ne accorgo una morsa di preoccupazione mi prendere allo stomaco e grido i nomi dei bambini in isteria, sperando mi rispondano subito. Silenzio finito. Ma dai!
  • Anche se mi lamento di “La casa di Topolino” e “Blaze e le mega macchine”, faccio le faccende di casa canticchiando “…più veloce di un lampo, sempre scattante… corri corri corri cosììììì!”. Machecaxx. (qui trovate il mio sfogo-anti-Blaze)
  • Spendo tempo alla sera per decidere cosa indosserà Thomas all’asilo il giorno dopo per sembrare presentabile, e intanto indosso gli stessi pantaloni della tuta da 4 giorni, anche in pubblico. Anche per andare a votare ieri pomeriggio. Anche dopo che Anna si ci è pulita il naso più e più volte (tanto sono grigi e si nota poco).
  • I minuti in attesa nella sala d’aspetto dal pediatra sono ETERNI, cercando di tenere i bambini in una forma di contegno semi-dignitoso (fallendo). Il tempo non passa mai. Poi arrivo a casa e guardo sul cellulare le foto degli Gnomi di un anno fa e piagnuccolo perché il tempo è passato troppo in fretta e non sono più bebè. Il tempo passa troppo velocemente. Riassumendo, il tempo passa non passa mai E troppo velocemente. Confusi? Anche io.
  • I miei bambini indossano vestitini piccini piccini. Eppure da quando ci sono loro, partono due lavatrici al giorno. Anche d’estate quando girano praticamente nudi.
  • Da quando sono mamma ho sviluppato il potere del super-udito. Di notte sento un lenzuolo che si muove nell’altra stanza anche a porte chiuse. Curioso però come nessuno riesca più a sentire me: quando parlo o chiamo qualcuno a gran voce, le risposte che normalmente ricevo sono: “Uh?” oppure il nulla.

Deve esserti una sorta di regola matematica dietro.

Machecaxx -> Sega mentale -> Ma Dai! -> Machecaxx e la ruota ricomincia.

mamma scimmia
Cara mammaio, ti capisco. Anche per me essere mamma è strano

Se ti è piaciuto l’articolo, iscriviti alla Newsletter qui sotto per non perdere i contenuti più divertenti ed inolte…

Scarica subito la guida “Cose da fare e far fare”




Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per il suo funzionamento, per le opzioni di condivisione sui social. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su Maggiori Informazioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento ne acconsenti l\'uso. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi