Un Albero di Natale per Gnomo Thomas

mammaio - natale cinese
folletto arrivato da http://4.bp.blogspot.com

L’Albero di Natale a misura Gnomo
Che se ne dica del Natale! Che sia una festa ipocrita, che nutra il consumismo e svuoti le tasche… che faccia sentire a disagio chi cerca di tenere in ogni situazione un contegno dignitoso (non canterò mai jingle bells!) e che obblighi i criticoni ad invieire più del consueto contro la comparsa di luci, canzonette nei negozi, fastidiose decisioni sui regali.

Ma….. Ma…. quando si ha un bambino in casa, le festività iniziano di nuovo a portare con sè un fremito di emozione… Vi ricordate com’era quando eravate piccoli? Quando nell’aria si respirava aspettativa e magia? Si avvicina il Natale, e non vedo l’ora di renderlo speciale per lo Gnomo! E, fidatevi, sentirlo dire da un papàio anti-natale, è davvero tanta roba, ed è una cosa che mi riempie di contentezza, e la mia parte britannica-nordica, nutrita di favole e tradizioni natalizie, gode.

Quindi ci siamo… le luci nei negozi e le pubblicità dei panettoni lo confermano. Iniziamo a pensare allora a come addobbare la casa, considerando che abbiamo degli Gnomi in casa… Gnomi distruttivi con tendenze autolesionistiche, che riescono a procurarsi più bernoccoli e lividi di quante macchie ha il ghepardo.

Iniziamo con l’Albero di Natale.

Gnomo che studia
Gnomo che studia le bizzarie del Natale

La prima tendenza sarebbe quella di mettere l’albero in un posto irraggiungibile allo Gnomo, ma sinceramente non sono d’accordo con questa scelta. Peccato negare la voglia di toccare, di far ciondolare le palline, di esaminare le luci colorate… Ho notato come Gnomo Thomas si comporta nei negozi: è attratto, eccitato, e non vede l’ora di farmi notare in ogni bottega: “Mamma, guada… vi vi vedee: palla! Luce!” (ovvero: Mamma, guarda, viene a vedere, qui c’è una fantastica e misteriosa pallina e queste lucine mi fanno impazzire“. Ho pensato allora: perchè non cogliere l’occasione dell’albero in casa per trasformarlo in un oggetto educativo?

mammaio - palline di natale
vii vede palla (Vieni a vedere questa pallina)

Non voglio impedirgli di esaminare e toccare… voglio invece che abbia il rispetto per le cose ed impari la delicatezza. Ecco come penso di procedere: innanzitutto sceglierò un albero a prova di bambino... di plastica o legno, da non poter rovesciare facilmente. Bisogna assicurarsi di avere una base solida e sicura. Per le decorazioni, evitiamo per quest’anno le palline di vetro e gli angioletti di cristallo. Userò palline semplici, in plastica colorata o stoffa. Ogni pallina verrà messa sull’albero annunciando il colore: “Pallina Blu, Pallina Rossa, Pallina Gialla” (Lesson n° 1); poichè Thomas è a tutti gli effetti un volenteroso aiutante, felicissimo di poter dare una mano ad ogni occasione (ha una predilezione per sparecchiare la tavola), sarà bello coinvolgerlo, suscitando il suo orgoglio (Lesson n° 2): Thomas, passami una pallina rossa… Bravo!!! Me lo vedo già, col suo volto serio impegnato in questo compito da grande.

Scegliermo anche qualche pupazzetto di quelli che non usa tanto da mettere sull’Albero per renderlo oggetto più famigliare. “Thomas, per questo periodo di Natale il Drago Norberto dormirà qui sotto per fare la guarda alle palline“. Penso che possa fargli piacere e che gli infonda un senso di fiducia e di responsabilità (Lesson n°3).

mammaio - candy
dolcetto di natale da www.etsy.com

Le lucine saranno a led, di quelle che non si scaldano troppo, antiustioni per intenderci.

Altra cosa che non potrà mancare sono i dolcetti da appendere ai rami. Possibilmente dolcetti biologici, che non contengano troppe porcherie, visto che in questo periodo ne vedrà anche troppe. Ho intenzione di instaurare un rituale a proposito (gli Gnomi amano i rituali), e permettergli di scegliere ogni sera un dolcetto. Questo mi permetterà di dire un “no” deciso alle sue richieste di dolce fuoriorario: “Non ora… il dolcetto stasera. Inizia a scegliere quale vuoi“. Ho letto su alcuni libri di Puerilcultura che dare scelte ai piccoli sia molto importante, contribuisce in modo fondamentale alla formazione del carattere (Lesson n° 4). Ogni occasione è dunque buona!

Dovrà inoltre imparare a toccare piano, con delicatezza, non rompere ed essere gentile con questo oggetto strano (Lesson n° 5).

Nei prossimi post andremo più a fondo sulle decorazioni… aspetto anche vostre considerazioni ed idee per questo Natale con i cuccioli.

E… per mettervi nello spirito, una canzoncina natalizia scelta per i vostri Gnomi.

 

 

 


Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per il suo funzionamento, per le opzioni di condivisione sui social. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su Maggiori Informazioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento ne acconsenti l\'uso. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi