Una passeggiata romantica con lo Gnomo

Racconti d’Autunno

Questa mattina (sì, le 12.10 per me sono ancora mattina considerando che sto allattando e la notte ha ore infinite e incontabili) ho deciso di fare una passeggiata romantica con i miei figli. Thomas in bici, io che spingo la carrozzina con la bella addormentata Anna (che sta russando). Metà settembre, il cielo coperto dalle nuvole grigie e bianche. Le spiaggie sono vuote, l’aria è frizzante e in borsa tengo una sciarpina, caso mai avessi bisogno del confortante tepore contro l’autunno che si avvicina. Sulla strada del ritorno, sotto le prime gocce di pioggia, noto una scultura in spiaggia:

mammaio_culodispiaggia

“Guarda Thomas, una statua di sabbia! E’ una ragazza che dorme guardando il mare!”

Thomas già sogghigna:

“Mamma, è culo nella spiaggia quello!”.

Il romanticismo dell’uscita scompare con un “pop”, come una bolla di sapone, e per sottolineare la cosa, le cateratte del cielo si aprono e la dolce pioggia si trasforma nel giro di 3 secondi in un acquazzone. Noi arriviamo a casa tutti bagnati, Thomas ride, io tremo, Anna… russa.

Benvenuto autunno.

 


Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per il suo funzionamento, per le opzioni di condivisione sui social. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su Maggiori Informazioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento ne acconsenti l\'uso. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi